Indietro

Nella morsa del gelo, neve anche in città

Pioggia e vento sulla Toscana in attesa del crollo delle temperature per colpa del Buran siberiano. Rischio neve anche nelle città toscane

FIRENZE — Continua l'allerta maltempo in Toscana con neve, vento e freddo nelle zone collinari e montane e piogge insistenti nel resto della regione. In Valtiberina è caduto oltre mezzo metro di neve anche se, per il momento, non sono stati registrati particolari problemi per la circolazione. E' comunque solo un assaggio di quel che attende la penisola italiana a partire da domenica sera, con l'arrivo del forte vento siberiano Buran, portatore di tempeste e di una delle più intense ondate di gelo degli ultimi decenni.

Nei prossimi giorni quindi nevicherà e molto, sui rilievi e nelle pianure, nelle principali città del nord e, seppure con minori probabilità, anche a Firenze e negli altri capoluoghi toscani, a Perugia e a Roma.

Il Centro di coordinamento nazionale per le crisi in materia di viabilità seguirà costantemente l'evolversi della situazione e fin da ora segnala che, a causa del maltempo, potrebbero essere adottati provvedimenti di chiusura di alcune strade, soprattutto per i mezzi pesanti. In caso di temperature troppo basse, il traffico su alcune arterie potrebbe essere addirittura vietato tutto per motivi di sicurezza. Al momento la circolazione, soprattutto quella ferroviaria è regolare, con l'eccezione dei passi appenninici dove le nevicate stanno causando notevoli disagi (vedi qui sotto gli articoli collegati).

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha inviato una lettera a tutti gli enti che nei prossimi giorni dovranno garantire ai cittadini l'erogazione dei servizi. Nella missiva si invita a "verificare preventivamente la propria organizzazione e in particolare l'effettiva operatività dei mezzi e l'adeguata disponibilità di sale per il contrasto delle situazioni di neve e gelo".  Data l'emergenza freddo, un'attenzione particolare dovrà essere rivolta ai soggetti più deboli, a partire dai senzatetto e dagli anziani che vivono soli.

La missiva è stata spedita alle prefetture e ai settori viabilità e protezione civile delle Province, a gestori delle reti di trasporto su ferro e strada RFI, Autostrade per l'Italia, SALT, Autocisa, ANAS, ai gestori elettrici e del gas e-distribuzione, a SNAM Rete Gas, a Telecom; alle sale operative del 118 e per conoscenza al Dipartimento della Protezione Civile Nazionale.

Ecco il testo integrale della lettera del governatore Rossi:

Comunicazioni in merito alle condizioni meteo previste per i prossimi giorni.

La probabile evoluzione meteo disponibile ad oggi prevede a partire domenica 25 febbraio la possibilità di nevicate a bassa quota e soprattutto la persistenza per più giorni di temperature ben al di sotto dello zero per tutto il territorio regionale.
Ferma restando la catena operativa prevista dal sistema di allertamento regionale che verrà attivata secondo le consuete procedure, con la presente si invitano in senso generale le strutture territoriali responsabili della gestione della viabilità a verificare preventivamente la propria organizzazione e in particolare l'effettiva operatività dei mezzi e l'adeguata disponibilità di sale per il contrasto delle situazioni di neve e gelo. In tal senso sarà auspicabile il consueto rapporto con le Prefetture UTG quale soggetto di riferimento in caso di eventuale attivazione dei COV - Comitati Operativi per la Viabilità.
Allo stesso modo l'invito ad una verifica circa l'effettiva disponibilità operativa dei sistemi di contrasto alle possibili interruzioni nell'erogazione dei servizi è rivolto anche ai gestori dei servizi essenziali, anche nelle loro articolazioni territoriali.
Rispetto alle strutture socio-sanitarie si richiama ad una particolare attenzione verso i soggetti più fragili o persone senza fissa dimora che potrebbero trovarsi esposte a condizioni di rischio, operando in raccordo con le Amministrazioni Comunali.
Il Centro Funzionale Regionale e la Sala Operativa Regionale renderanno disponibili secondo i consueti canali e tempistiche di comunicazione ogni informazione disponibile circa l'aggiornamento della previsione meteo e sulla situazione in atto sul territorio regionale. Si invitano i soggetti in indirizzo a voler segnalare prioritariamente ai Centri Situazioni Provinciali eventuali situazioni di criticità di protezione civile che dovessero interessare il proprio territorio, fermo restando l'operatività in H24 della Sala Operativa Regionale per qualsiasi eventualità.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it