Indietro

E45, aree di servizio vuote, lavoro a rischio

Foto Goole Maps

Le categorie economiche lanciano l'allarme per le attività commerciali nelle aree di servizio dopo il sequestro del viadotto. Provincia dal Mit

AREZZO — Cresce la preoccupazione fra i lavoratori delle aree di servizio lungo la E45 dopo la chiusura delviadotto Puleto tra Pieve Santo Stefano e Valsavignone. Sono due le principali aree di servizio nella zona, quella di Canili sul versante romagnolo e quella di Pieve Santo Stefano dalla parte toscana. Complessivamente in queste attività commerciali sono circa 200 le persone che rischiano il posto, secondo quanto riportato dalle associazioni di categoria.

Tra le ipotesi che si prospettano per i lavoratori c'è quella delle ferie forzate. Sulla situazione del traffico interviene, in una nota, la presidente della Provincia di Arezzo Silvia Chiassai Martini,che chiede al ministro per le Infrastrutture di "intervenire conun provvedimento d'urgenza e di stanziare le risorse necessarie. Qui c'è in ballo la sicurezza e l'economia di un territorio, cherischia di rimanere isolato".

Intanto la Provincia di Arezzo è stata convocata al Ministero delle Infrastrutture il 22 gennaio per la gestione dell'emergenza della E45. La convocazione ha fatto seguito a una lettera sulla questione che l'ente ha inviato al ministro per le Infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it